Sito Ufficiale di Leonardo Manetti, poeta contemporaneo toscano.

   
     -
Tap To Call

ECCO PERCHE’ HO FIRMATO IL MANIFESTO DEL METATEISMO !!!

Grazie ai social network avevo già letto qualcosa a proposito di questo nuovo movimento culturale e artistico fondato da Davide Foschi e subito mi avevano molto colpito i principi e le motivazione del manifesto, poi ho avuto modo di conoscere il tutto di persona e mi sono ancora più convinto di farne parte. Io mi diverto a mettere per iscritto su un foglio le sensazioni che provo, ma non mi considero un vero poeta, i poeti veri sono altri, ma l’eterno movimento di un’arte dinamica fuori dagli schemi classici mi attrae in tutte le cose della vita che faccio. Sono diventato amico del movimento come Leonardo nella vita di tutti i giorni, dal lavoro passando ai passatempi del teatro, la poesia e il sociale. Per me stesso vivere e fare arte è una continua rincorsa a cercare nuovi stili, guardo al passato ma voglio vedere il futuro. Mi torna sempre in mente la frase di A.Lamartine “Non c’è di uomini più completo che quello che ha molto viaggiato, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua vita”. La vita è come un viaggio, ogni giorno la mente è più aperta perchè arricchita dall’esperienza, dai fatti e dalle persone conosciute lungo il percorso. Solo se abbiamo pensieri dinamici possiamo trasmettere nuove sensazioni intellettuali e sensoriali per arrivare a qualcosa di diverso, prezioso se è ricco di emozioni e di vissuto. La vera ricchezza di qualsiasi forma d’ arte e modo di essere nella vita quotidiana, credo sia quella di ritrovare l’essenza della purezza delle origini e lo stato di grazia che le appartiene, respirando quel senso di comunità, anche artistica, ormai perso. A grandi linee i punti che mi hanno maggiormente colpito sono: la voglia di meravigliare; l’incontro di arti diverse; l’originalità di ogni singola persona non solo per il fatto di essere “diverso”; l’ arte che guarda al futuro in modo dinamico ricercando la sua vera origine; l’arte come ispirazione della persona; e l’ importanza della condivisione di un modo di essere che guarda all’arte, il sociale, la politica, alla vita in generale decisamente al di sopra di certi steccati ideologici che sono parte del passato, come dice Davide in un’ intervista. Ora vi riporto l’ultimo principio del manifesto, quello che mi ha colpito di più alla prima lettura, perchè troppo bello: “Noi vogliamo fare dell’Uomo un tempio, un museo, una biblioteca, sola accademia, solo industria, solo governo, misura dello smisurato, infiniti universi e mondi”. Ora lascio a voi le riflessioni, e se anche tu “aspiri a un Nuovo Rinascimento che sia capace di rimettere la vita umana al centro dell’universo, nel rispetto del Sacro che è in tutti noi” ti invito a leggere il manifesto e delle informazioni più dettagliate sul movimento nel link qui sotto:

http://www.davidefoschi.it/manifesto-del-metateismo/

 

 

 

Post Tagged with ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>